Medyfit logo
Medyfit logo

IL TRATTAMENTO OSTEOPATICO DELLA DEGLUTIZIONE

13/05/2022 - Scritto da: Dott. Tommaso Cusimano

Oggi parliamo di un trattamento poco conosciuto, molto complesso e che se eseguito correttamente ci può dare enormi benefici: quello della deglutizione.

Quando parliamo di deglutizione ci riferiamo a un atto fisiologico che consente il passaggio di liquidi e alimenti dalla bocca alla parte posteriore della gola, quindi all’esofago che rilassandosi trasferisce il suo contenuto allo stomaco. La deglutizione è un’azione, di natura volontaria e poi automatica, che rappresenta una delle prime tappe del processo digestivo. Pur essendo una funzione all’apparenza semplice è di fatto una tra le più complicate del nostro corpo. Vi sono infatti diverse azioni che devono essere orchestrate in una sequenza estremamente precisa onde evitare che il contenuto ingerito finisca nelle vie respiratorie (cavità nasali o trachea). Non è un caso se gli “attori” che coordinano il processo digestivo sono più strutture anatomiche a loro volta controllate da diverse aree del sistema nervoso.

Dal punto di vista anatomico e funzionale le strutture coinvolte nell’atto deglutitorio sono parte dell’apparato stomatognatico, un complesso di organi e tessuti che oltre a svolgere funzioni digestive (salivazione, masticazione e deglutizione) si occupa di quelle respiratorie e di relazione (fonazione e mimica). Cranio, mandibola, denti, lingua e colonna cervicale formano un’unità funzionale inscindibile che come tale va esaminata. La deglutizione non corretta non deve essere considerata come un punto di arrivo diagnostico ma come l’inizio di una disarmonia generale che può portare a problematiche più severe come dolori cervicali, cefalee tensive e persino astenia generale. Vi è poi una forte correlazione tra disturbi della deglutizione e disordini otorinolaringoiatrici. L’ingestione necessita una corretta occlusione e chi ha difficoltà a serrare il morso sviluppa sicuramente problemi di deglutizione. Disturbi della sfera alta, come quelli mandibolari, possono nel tempo preparare il terreno a dolori gastro-intestinali. Nei neonati infatti una “cattiva suzione” porta spesso a soffrire di coliche o rigurgiti e se non corretta si traduce presto in una “cattiva masticazione”.

Non da ultimo vi è una interrelazione tra deglutizione e respirazione poiché l’atto deglutitorio elimina eventuali secrezioni rinofaringee e tracheali avendo un ruolo protettivo delle vie respiratorie.

La valutazione del sistema stomatognatico passa da un’ispezione visiva di cranio, palato, classe occlusale e posizione della lingua per poi effettuare test di palpazione muscolare e forza. Il trattamento della deglutizione può migliorare problematiche di natura cervicale, respiratoria, gastriche ma soprattutto occlusali e masticatorie.

Il lavoro dell’osteopata avviene in concerto con l’odontoiatra, lo gnatologo, l’otorinolaringoiatra e il logopedista al fine di erogare il trattamento più idoneo al paziente.

Iscriviti alla nostra newsletter

Resta aggiornato sulle nostre novità e promozioni

Cookie

Questo sito web utilizza cookie di terze parti

X - CHIUDI
Questo sito utilizza cookie tecnici anonimi per garantire la navigazione e cookie di terze parti per monitorare il traffico e per offrire servizi aggiuntivi come ad esempio la visualizzazione di video o di sistemi di messaggistica. Senza i cookie di terze parti alcune pagine potrebbero non funzionare correttamente. I cookie di terze parti possono tracciare la tua attività e verranno installati solamente cliccando sul pulsante "Accetta tutti i cookie". Puoi cambiare idea in ogni momento cliccando sul link "Cookie" presente in ogni pagina in basso a sinistra. Cliccando su uno dei due pulsanti dichiari di aver preso visione dell'informativa sulla privacy e di accettarne le condizioni.
Maggiori informazioni